MAGNIFICA COLLECTION

Maurizio Favetta

Pubblicazione: 12 ottobre 2016 00:00
Argomento: Rassegna stampa

La serie Magnifica disegnata da Maurizio Favetta è una delle collezioni presenti nel catalogo Boffetto Form to Furniture.
L’utilizzo dell’esclusivo materiale Solid Surface viene arricchito da acciaio acidato brunito stabilizzato a effetto bronzo.
Fanno parte di Magnifica il tavolo, la lampada a soffitto, il tavolo basso e la libreria modulare. Quest’ultima può essere bifacciale o a muro, con struttura in acciaio e rivestimento esterno in listellare impiallacciato.
Completano la collezione il vaso/fioriera con struttura in acciaio acidato brunito in diverse finiture e basamento in solid surface, e la boiserie in pannelli di listellare impiallacciato rovere scuro con inserti in acciaio.
La libreria modulare Magnifica è stato il primo prodotto a catalogo che Boffetto ha presentato anche nella versione artistica.
Fedele alla volontà di veicolare arredamento di alto artigianato e arte contemporanea, secondo la filosofia dell’arte nella forma e nel progetto di design, la libreria è stata pensata in una versione speciale in cui inserire una riproduzione in solid surface tridimensionale pantografato di un elemento scultoreo dell’artista Lucio Oliveri.
Sono solo 99 le librerie disponibili con l’opera dello scultore, che le ha autenticate e certificate una per una.

Come sostiene Maurizio Favetta: ”Trovo ispirazione dappertutto e connetto casualmente le sinapsi. Il pensiero iniziale non è mai l'oggetto ma l'atmosfera e l'immaginazione del contesto. Quello che io chiamo "eccitazione mentale". Alla Salvador Dalì sarebbe "eccitazione intellettuale permanente". Per Magnifica Collection volevo un contesto drammatico, un po' cinematografico, saturo di materia. Per il design volevo un minimalismo ricercato ricco nel dettaglio, bello e intrigante. Lineare, comprensibile. Ne è uscito un lifestyle appunto MAGNIFICO, un moderno rivisitato fatto di materia e dettagli. E in architettura come nel cinema, ognuno ci potrà vedere ciò che vuole”.

Lucio Oliveri

Lucio Oliveri nasce, vive e lavora a Milano.
La vocazione artistica di Lucio scatta nel 1954 a diciannove anni al momento della morte del padre, quando egli decide di eseguirne il ritratto in plastilina.
Negli anni Settanta frequenta per sette anni il corso di scultura al Centro Artistico Culturale Milanese, completando la propria formazione di autodidatta. Dopo un inizio figurativo classico, Oliveri sente la necessità di trovare una sua linea espressiva riconoscibile.
In tutta la produzione artistica di Oliveri si coglie la sensibilità di un attento indagatore degli stati d’animo, egli si identifica quindi in un figurativo personalizzato attraverso la sintesi, l’essenziale della figura umana. Ha partecipato a numerose manifestazioni artistiche e ha allestito mostre personali in tutta Italia e all’estero, ricevendo premi e riconoscimenti.
Socio del Centro Artistico Culturale Milanese.
Socio della Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente di Milano.
Socio della UCAI Unione Cattolica Artisti Italiani, sezione di Milano.